accarezzata-dall-angelo

ACCAREZZATA DALL’ ANGELO

“Accarezzata dall’Angelo” riporta notizie personali e fatti sorprendenti,

realmente accaduti e singolarmente lontano dagli aspetti consueti.

Negli anni sono venuta più volte a trovarmi in una posizione difficile, è stato

imbarazzante dover rivelare ad altri ciò in cui a malapena credevo io.

Ho deciso di descrivere alcuni fatti che non ho potuto trattenere,

la voce inspiegabile dell’Angelo mi incaricava di riferire a persone a me care

il verificarsi di certi avvenimenti.

 15,00


Autrice

Federica Maria Ongania

1ª Edizione originale

2019

Genere

Fenomeni inspiegabili e paranormali

Sottogenere

Storie vere

Lingua originale

Italiano

Ambientazione

Dal 1974 in poi

Formato

104 x 145 mm

Copertina

Riproduce l’opera figurativa la Pittrice Onganìa F. M.

Pagine

128 Pag. – Brossura

ISBN

978-88-941641-4-5

Casa Editrice

CURTI Editore

Premessa

Accarezzata dall’Angelo” riporta notizie personali e fatti sorprendenti, realmente accaduti e singolarmente lontano dagli aspetti consueti.
Negli anni sono venuta più volte a trovarmi in una posizione difficile, è stato imbarazzante dover rivelare ad altri ciò in cui a malapena credevo io.
Ho deciso di descrivere alcuni fatti che non ho potuto trattenere, la voce inspiegabile dell’Angelo mi incaricava di riferire a persone a me care il verificarsi di certi avvenimenti.

Incipit

Ho piacere di condividere con chi mi legge l’immagine dell’Angelo Custode che parla con gran disinvoltura alla mia coscienza e si prende cura di me quando nei momenti di debolezza ho bisogno di aiuto, di appoggio, di incoraggiamento, serenità e pace, mi fa star bene con me stessa.
La sensazione di essere sfiorata e accarezzata, richiama nella mia immaginazione l’idea che il mio Angelo Custode è qui accanto a me.

Sinossi

Questo libro è un ringraziamento e un riconoscimento all’Angelo Custode, al mio Angelo Custode, che ha fatto e fa ciò che è nei suoi poteri per proteggermi. Mi è vicino, veglia su di me, mi dà la capacità di affrontare con prontezza ed equilibrio la mia quotidianità, dandomi anche il modo di essere utile agli altri.

Abstract

Il merito va al mio Angelo Custode se oggi sono qui a raccontarvi diversi episodi che mi hanno confermato la sua presenza. So ciò che ha fatto e tutto ciò che era in suo potere di fare per me, per proteggere la mia vita e quella di altre persone a me care.

Dal mio Angelo acquisii una serie di nozioni o di capacità che mi permisero di aiutare me stessa e altre persone.

 

Trama

Ho raccolto in questo libro, in special modo le mie esperienze inspiegabili come naturali casi d’intuizioni e percezioni paranormali di  maggiore importanza, degne di essere ricordate. Ho raccontato anche altre vicende realmente accadute a persone a me care, con descrizioni di fenomeni paranormali che suscitano incredulità o negazione sistematica di fronte
a verità che mi tornano alla mente di “aiuti celesti” che se abbiamo fede possiamo comprendere. Non pretendo di convincere gli scettici dell’esistenza del soprannaturale. Ai fenomeni paranormali non si può dare una spiegazione, è difficile comprendere quello che apparentemente può sembrare inspiegabile e che sfugge ai comuni criteri di motivazione.
Esistono fenomeni ed episodi che non trovano risposta nel razionale e che per questo vengono comunemente definiti misteri.

Il primo avvenimento in relazione alla mia vita reale è accaduto quarantacinque anni fa. Durante il sonno un brutto sogno premonitore mi ha indicato il contenuto d’immagini e di fatti sorprendenti che si sono verificati realmente una settimana dopo. Tutto questo lo posso riassumere con le parole di Sant’Agostino: <<Quando sogniamo, l’anima trascende i limiti del corpo, e si intrattiene in divine conversazioni con gli Angeli>>.

Credo di essere una persona facilmente influenzabile da stimoli affettivi ed emotivi, ma questo non ha avuto nulla a che fare con altri episodi accaduti nel tempo. Sapevo che avrei dovuto credere a quella voce, lasciarmi guidare dal sentimento del dovere, anche se, ogniqualvolta mi fosse accaduto, sarei stata titubante a dover comunicare a qualcuno eventi non lieti. La capacità di apprendere un fatto o una notizia proveniente da una voce interiore, ogni volta continua a sorprendermi. In conseguenza per sgravio di coscienza feci il voto d’adempiere all’impegno di farmi portavoce a una guida della coscienza, qualora  mi fosse stato richiesto di mettere qualcuno sull’avviso di un pericolo imminente.
Devo adempiere a un voto, nonostante sia consapevole che potrei influenzare fortemente qualcuno riferendogli notizie sulle sue condizioni di vita. Finché sarà possibile farò del bene senza aspettarmi nulla in cambio.

Luoghi e tempi

Estratto

Nel 1940, avevo diciassette anni quando durante il sonno mi visitò in sogno un’immagine sconosciuta, senza volto e di corporatura alta e snella, di un sacerdote in veste talare, nera. Attorno avevo una folla di credenti che riempivano la chiesa e un silenzio ovattato e inquietante che fu rotto dal pianto di un bimbo. Nel mezzo della notte venni colta da un attacco d’angoscia che mi provocò l’immediato risveglio. Bastò a mantenere desta l’attenzione, tanto da farmi trascorrere il resto della notte turbata e in agitazione.  Al risveglio mattutino, volevo cogliere il significato profondo del sogno poiché adotta un linguaggio figurativo e simbolico, rivela desideri e problematiche, ma non seppi interpretarlo, indicarne il senso, poiché il sogno potrebbe essere tradotto in modi diversi. Sette giorni dopo il sogno premonitore purtroppo si avverò nella vita reale. Non sono una persona ansiosa che si preoccupa per un nonnulla. Nonostante tutto mi sentivo in apprensione e, ritenendo il mio sogno un avvertimento degno d’attenzione, decisi che averne
qualche sentore non fosse sufficiente per mettere in allarme mio padre. Sarebbe stato un argomento difficile da affrontare con lui. Perciò raccontai il sogno a mia madre in modo che fosse lei a riferirglielo, ma alle mie parole non venne data dovuta importanza.
«Sogno raramente. In questo sogno ho visto qualcosa di brutto che succede a papà! Mi fa paura».
«Non è il caso di preoccuparsi, è stato solo un brutto sogno! Hai solo allungato la vita a tuo padre».
La forza del mio pensiero era pieno di tristi presentimenti, ma non venne condiviso da mia madre.

Biografia dell'autrice

Federica Maria Onganìa, vive a Lecco. È una donna sensibile e intraprendente. Amando l’arte nelle sue  manifestazioni più alte, esprime le proprie emozioni cimentandosi come scrittrice, poetessa, pittrice, autrice di musiche e parole per una Casa Discografica.

In passato ha esercitato la professione di ragioneria e, per passione, di giornalista. Ha partecipato alla fondazione del mensile “LECCO 2000”,  di cui è stata Direttrice responsabile.

Dopo avere scritto e tenuto nel cassetto tredici manoscritti, vede finalmente la luce il primo romanzo biografico di ‘formazione’, sull’attuale e coinvolgente tema della dipendenza affettiva, della violenza fra le mura domestiche, della resilienza e dell’autostima, ecc., intitolato: “QUANDO MANCA L’ AMORE. Le rivelazioni di Marion”, dall’efficace copertina, opera della stessa autrice.

Ha pubblicato con la Casa Editrice CURTI Editore anche il libro: “Il mio amore im-possibile”, Romanzo biografico.
Francesca, una donna che cerca gratificazione affettiva e appagamenti in  M. M., raccoglie il piacere e, come una tipica adolescente, descrive con parole nel computer ciò che sente per questo amore im-possibile, senza essere scoperta dal marito.

Nel 2017, PREMIO CAPITOLIUM alla Mostra d’Arte Collettiva Internazionale, “Arte in Cammino” di ROMA.
Nel 2018, Finalista al Terzo posto al PREMIO INTERNAZIONALE di POESIA, RACCONTI e PITTURA “REGINA MARGHERITA”
di BORDIGHERA (IMPERIA).

Per maggiori informazioni:
Sito Web: www.librionganiafm.com
E-mail: info@librionganiafm.com
E-mail dell’Autrice: federicamariaongania@gmail.com

 

Aforismi tratti dal libro

 

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “ACCAREZZATA DALL’ ANGELO”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *